top of page

Assicurare un cane anziano: a cosa stare attenti?


Cane Anziano: a cosa fare attenzione quando lo assicuri?

Come sanno bene i padroni più esperti, non tutte le compagnie assicurano gli animali anziani. Questo significa che il nostro "ex-cucciolo", ormai invecchiato ma pur sempre bisognoso di protezione (e forse perfino di più) non è più assicurabile?

Certo che no!

Ma è importante fare attenzione a quanto offrono le compagnie assicurative in termini di coperture, limitazioni e - in generale - se assicurano un cane anziano.

Di seguito ti sveliamo alcuni aspetti a cui fare attenzione, se devi assicurare un cane anziano.


Quando un cane è considerato anziano?

Le compagnie fanno una distinzione abbastanza netta: la soglia da cui scattano molte delle limitazioni che vedremo in questo articolo è il decimo anno di età. Anche se, in alcuni casi, l'asticella viene posizionata più in basso...


In realtà, l'effettiva anzianità dell'animale varia sulla base di fattori come la taglia e, generalmente, i cani di dimensione ridotta sono quelli con la più lunga aspettativa di vita. In genere si può dire che:

  • Taglia piccola (con un peso inferiore a 10 kg): hanno una vita media di circa 14 anni. Si possono considerare "anziani" quando toccano gli 11 anni e mezzo.

  • Taglia media (tra 10 e 25 kg): possono vivere fino a 12 anni e sono considerati anziani quando compiono compiono 10 anni.

  • Taglia grande (tra 26 e 45 kg): hanno vita media di 9 anni e mezzo. Vengono considerati anziani al compimento dell'ottavo anno e mezzo.

  • Taglia gigante (peso superiore ai 45 kg): hanno la vita vita media più breve, 8 anni e mezzo, e vengono considerati anziani quando raggiungono i 7 anni e mezzo.

Insomma, la variabilità è tanta ma le compagnie assicurative, per esigenze di standardizzazione e di assunzione del rischio, fissano questo limite a un'età ben precisa.

Assur O' Poil, ad esempio, fissa questo limite a 10 anni di età, Conte.it, invece, non assicura i cani di età superiore agli 8.

In altri casi, invece, come nel caso dell'assicurazione cane venduta da Axieme non vi sono limiti di età o di razza.


Queste sono solo alcune possibilità: sul web sono davvero molte le offerte. Un consiglio utile: provate a dare un'occhiata ai comparatori di prezzo. Spesso si scovano offerte speciali!


RC Cane Anziano: sempre più importante, man mano che passano gli anni

Cane anziano: l'RC serve davvero?

In sintesi, sì, serve davvero ed è importante anche se il tuo cane è anziano.

Perché?


Partiamo con le motivazioni più banali. L'RC per i cani non è obbligatoria, neppure per quegli animali considerati un tempo "pericolosi" (oggi su questo aspetto la normativa è cambiata - v. sotto). Però, va ricordato l'articolo 2052 del codice civile che spiega come, il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall’animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito (…)

In pratica, se il cane arreca un danno a qualcuno il responsabile sareste voi, cioè il/la proprietario/a.

Il suggerimento di Assicurazione Chiara

Alcune compagnie, nonostante non sia più "attiva" la famigerata lista delle razze del 2006 (in realtà fu mantenuta per meno di 3 anni), continuano a fare una distinzione tra razze pericolose o meno. E questo porta a dei limiti di copertura, limiti di indennizzo e altro. In alcuni casi, alcune assicurazioni non sono proprio emettibili per determinate razze di cane. Di fatto, quindi, la lista delle razze pericolose è stata abolita ma alcune compagnie assicurative fanno ancora alcune distinzioni, fino a scegliere di non assicurare il cucciolo, ecco perché ti conviene fare molta attenzione quando ti rivolgi ad una compagnia assicurativa per assicurare il tuo cane anziano.

Se questa motivazione è valida per qualsiasi cane, per un cane anziano bisogna considerare anche altri aspetti. Ad esempio, sapevi che i cani anziani possono essere affetti da sindrome da disfunzione cognitiva? In estrema sintesi, in modo simile a quanto accade a noi umani, l'animale, man mano che invecchia, può diventare più irritabile e, di conseguenza, più pericoloso potenzialmente per gli altri.


Questa aggressività può insorgere anche in conseguenza alla sofferenza fisica. E si sa che, più si invecchia, più aumentano gli acciacchi. E già che ci siamo, per le spese veterinarie come funziona?


Cane Anziano: le spese veterinarie sono un aspetto a cui fare molta attenzione, in caso di assicurazione

Assicurazione Cane Anziano: come regolarsi per le spese veterinarie?

Probabilmente, se hai un animale anziano, è molto probabile che tu sia alla ricerca di una polizza che ti offra copertura per le spese veterinarie.


Eppure, queste garanzie, in molti casi, non vengono concesse proprio in relazione all'età del tuo cane. Questo si correla al già citato concetto di "assunzione del rischio" che porta le compagnie a scegliere - appunto - di non assumere determinati rischi: per un cane anziano, ovviamente, saranno più frequenti le visite dal veterinario.


Per questo motivo, alcune assicurazioni coprono le spese di cura e di ricovero correlabili a infortuni o malattie dell’animale, ma magari non le spese veterinarie tout court, mentre nei casi più "stringenti" non coprono alcuna spesa veterinaria.


Va considerato che queste coperture prevedono limitazioni (ad esempio, alcune particolari casistiche di infortunio non sono coperte, ecc.), la presenza di franchigie e di ulteriori limiti in termini di massimale.

Il suggerimento di Assicurazione Chiara

Se hai dubbi su anche solo uno dei concetti tecnici riportati sopra, dovresti seriamente pensare di farti seguire da un consulente assicurativo. In ogni caso, leggi attentamente il set informativo e cerca di capire quali sono le "clausole" per cui una determinata prestazione veterinaria viene fornita, in che modalità, quale parte di spesa resta comunque a tuo carico, ecc.


Comentários


LEGGI ANCHE

CATEGORIE

bottom of page