Sanità integrativa: quale soluzione scegliere?


Sanità integrativa: quale soiuzione scegliere?

Indice dei Contenuti


La sanità integrativa ha visto una crescita notevole negli ultimi anni. Ad esempio, se nel 2010 gli italiani che usufruivano di questa tipologia di servizi erano solo 6 milioni, nel 2019 essi risultano essere ben 15 milioni.


Insomma: gli italiani stanno comprendendo l'importanza di adottare strumenti integrativi per la propria salute. È vero: fortunatamente in Italia la situazione non è come negli Stati Uniti, con tutti i problemi relativi all'assicurazione sanitaria. Eppure, in alcuni casi, evitare code o spese extra per alcuni servizi sanitari può essere fondamentale.


In questo articolo cercheremo di fare un po' di chiarezza sui servizi disponibili di questo tipo, per capire come orientarci sul web tra un'offerta e l'altra e individuare la soluzione migliore per le nostre esigenze.


Sanità integrativa: di che cosa si tratta?

La sanità integrativa è un alleato importante per la nostra salute e per quella dei nostri cari (o, se sei un datore di lavoro, dei tuoi dipendenti). Tecnicamente, nel "calderone" della sanità integrativa ogni forma di tutela sanitaria alternativa a quelle offerte dall'SSN (il Sistema Sanitario Nazionale), come le assicurazioni sanitarie e i piani sanitari.


Aderendo a un servizio alternativo, in pratica, si integrano i servizi di sanità pubblica, a cui abbiamo normalmente diritto, con una serie di vantaggi e agevolazioni per servizi privati (ad esempio, possibilità di accesso rapido, costi ridotti o in alcuni casi gratuiti e altri vantaggi che variano da piano a piano).


Perché sottoscrivere un prodotto di questo tipo?

Prevenire è parte della cura: le patologie si presentano nel tempo e possono essere particolarmente difficili da affrontare, anche dal punto di vista economico - soprattutto se si parla di cliniche private.


In altri casi, il tempismo può essere fondamentale e evitare lunghe code può tradursi in una cura tempestiva ed evitare complicazioni o perdite di tempo. Con un prodotto sanitario integrativo puoi ovviare a questi due problemi: con una spesa ridotta, ti assicuri un servizio che ti copre per una serie di problemi di salute che potresti trovarti ad affrontare e, nello stesso tempo, ottieni una serie di agevolazioni.


Occorre, però, fare attenzione al tipo di prodotto che si decide di sottoscrivere.


Alcune distinzioni importanti

Ci sono due tipologie principali di sanità integrativa e comprenderne le caratteristiche è fondamentale, per capire quale prodotto scegliere:

  • Sanità integrativa di tipo mutualistico, in questa casistica rientrano i cosiddetti piani sanitari, delle soluzioni di protezione che rispondono ad esigenze diverse a seconda delle caratteristiche e che vengono offerti dalle mutue. In alcuni casi, queste mutue si affidano comunque a delle società di assicurazioni per poter sostenere il pagamento degli indennizzi e, di conseguenza, queste soluzioni possono essere estremamente solide e affidabili.

  • Sanità integrativa di tipo assicurativo, le classiche assicurazioni sanitarie, offerte direttamente dalle compagnie. In questo caso il funzionamento è quello "classico" di un'assicurazione: si va in agenzia (o, meglio, si cerca online!) e si trova il prodotto giusto.

Sul web è possibile trovare prodotti sia di un tipo, sia dell'altro: per questo, la prima cosa da fare è capire a che prodotto ci troviamo di fronte. E, anche se apparentemente non sembra che vi sia una differenza incredibile, il soggetto che eroga il servizio può portare a determinare distinzioni significative quali:

  • Costi più alti, nel caso di un'assicurazione sanitaria, infatti, i costi di adesione possono essere più alti rispetto a quelli di una mutua

  • Vincolo d'età, alcuni limiti imposti dalle compagnie possono rappresentare un blocco a priori all'adesione; questo, generalmente, non accade con i piani sanitari

  • Recesso, con le compagnie assicurative, sono queste che possono prendersi la libertà di recedere il contratto, nel momento in cui vengono meno alcune condizioni; nel caso della mutua è il singolo a scegliere

  • Vantaggi fiscali, i contributi associativi per le mutue sono detraibili al 19% (fino a un massimo di 1.300€).

Da questo punto di vista, quindi, un piano sanitario offre una serie di coperture utili con alcuni vantaggi extra per l'utente. Naturalmente, sta a te valutare di volta in volta la soluzione che ti viene offerta: come suggeriamo sempre, una lettura attenta del set informativo e, eventualmente, anche la richiesta di una sessione di consulenza può risolvere tutti i tuoi dubbi!





A chi sono rivolti questi tipi di prodotti?

Questo tipo di prodotti possono essere utili sia a un imprenditore che vuole offrire un benefit in più ai propri dipendenti, sia a un capofamiglia che vuole offrire copertura completa ai propri cari. In questo secondo caso, se il tuo datore di lavoro ha già stipulato una polizza sanitaria collettiva o nel caso in cui tu abbia già aderito a qualche forma di sanità integrativa (ad esempio, il classico "Metasalute"), potrebbe non essere necessario attivare un prodotto di questo tipo. Se vuoi avere una serie di coperture extra, però, potresti valutare una card salute, per estendere la tua copertura con una serie di sconti per alcune prestazioni sanitarie.


In generale, invece, se non hai una polizza collettiva o, ancor di più, nel caso in cui tu sia un lavoratore autonomo, dovresti seriamente pensare di stipulare un prodotto sanitario integrativo. Il caso "classico" in cui è caldamente consigliato sottoscrivere un'assicurazione o un piano sanitario è quello del reddito unico, in quanto tu sei l'unica fonte di sostentamento della famiglia.


In questo senso, sarebbe utile anche la valutazione di un'assicurazione infortuni, per avere una protezione completa in caso di necessità.


Conclusioni

Come sottolineato dall'esperto di società di mutuo soccorso Pietro Cantù Rajnoldi, informarsi è fondamentale: è l'unico modo per scegliere in modo consapevole il prodotto giusto per le nostre esigenze.


Da questo punto di vista, le mutue, i piani sanitari, possono offrire una copertura completa e con meno vincoli rispetto alle assicurazioni. Sul web è possibile trovare numerose sia per l'una tipologia, che per l'altra (trovi alcuni link di seguito): sta a noi approfondire e capire di che cosa abbiamo bisogno. Proteggiamoci!


E voi avete un piano di protezione integrativo? Conoscevate già i servizi proposti di seguito? Ne conoscevate altri? Fatecelo sapere nei commenti!





LEGGI ANCHE

CATEGORIE