Assicurazione Professionale: quali sanzioni si rischiano?


Assicurazione Professionale: perchè sottoscriverla

In questo blog ci siamo concentrati su molte assicurazioni professionali (tra gli articoli correlati a questo questo ne trovate alcuni dedicate ad esse) e alle principali offerte online.


I vantaggi per i lavoratori interessati ad avere una protezione, nel caso in cui dovessero incorrere in conseguenze civili, sono moltissimi e, altrettanti, comprendono l'importanza di essere assicurati, nel caso in cui qualcosa vada male.


Una assicurazione RC Professionale (o RCP) è in grado di proteggere i professionisti dalle conseguenze economiche di errori e danni a terzi per cui possa essere ritenuto responsabile.


La RCP, però, non è solo un prodotto utile, ma è un'assicurazione obbligatoria e non averla può essere un grosso problema...


Da quando è obbligatorio dotarsi di un'assicurazione professionale?

Se sei sempre stato attento un professionista attento alle regole, lo saprai molto bene: la RC professionale è obbligatoria da una decina di anni.


Si può interpretare questa tipologia di provvedimento in modo analogo all'obbligo della RC per le auto e le moto. È una di quelle assicurazioni che cerca di "rendere più civile" la società. Certo, ha un costo. Ma il suo valore, a nostro avviso, è indubbio.


Probabilmente se sei un giovane professionista, pensi che si tratta di una scocciatura, di "un attacco" alle tue scarse finanze di giovane lavoratore. Eppure proprio per te è un'ottima idea la sottoscrizione di questo tipo di polizza - senza considerare i vantaggi dal punto di vista fiscale e le agevolazioni spesso previste dalle compagnie (e dalle casse professionali) per i giovani.


Ma quali sono le professioni interessate dall'obbligo di polizza?


Quali professionisti devono sottoscrivere un'assicurazione professionale?

La legge del 2012 (linkata sopra) riporta che tutte le persone che svolgono professioni regolamentate (cioè, che sono iscritti a un albo professionale) hanno l’obbligo di sottoscrivere questa tipologia di assicurazione.


Oltre a questo, è responsabilità del professionista la comunicazione del numero di polizza e dei massimali ai propri clienti.


Nello specifico, i professionisti che devono sottoscrivere questo tipo di assicurazione sono, tra gli altri:

- Architetti

- Commercialisti

- Avvocati

- Geometra

- Ingegneri

- Medici

- Infermieri

- Revisori legali


La RCP, però, può essere sottoscritta anche da altri professionisti, come artigiani (ad esempio elettricisti, caldaisti, ecc.) o freelance (fotografi, professionisti del marketing, ecc.) Per questi professionisti, però, non trattandosi di un obbligo di legge, non sono previste sanzioni, nel caso in cui non si dovessero dotare di questa assicurazione.


A differenza degli iscritti agli albi, per i quali le conseguenze possono essere molto salate...


A quali sanzioni si va incontro se non ci si adegua alla legge?

Secondo un'indagine del 2017, i geometri erano ben consapevoli dell'obbligo di legge: ben il 98% degli intervistati era al corrente, ma il 22% aveva deciso di non stipulare una polizza. Più in generale, un'altra ricerca del 2017 sottolineava come 1/3 dei professionisti non si fossero adeguati alla legge.


Difficile indagare le ragioni di questa scelta, dato che le conseguenze disciplinari possono essere davvero dure da affrontare.


Sulla base delle valutazioni fatte dal consiglio di disciplina dell'albo, la sanzione per il professionista può consistere in:

  • Sanzione Pecuniaria

  • La radiazione dall’albo di appartenenza

  • Censura professionale

  • Essere sospesi fino a 2 anni

E tutto questo senza considerare le conseguenze se dovessi essere considerato responsabile di danni e non essere coperto dall'assicurazione...insomma, se non hai la polizza, di preciso, che cosa stai aspettando? E pensa che sul web ci sono numerosissime offerte!

Il suggerimento di Assicurazione Chiara

Attenzione al massimale!

Questo punto è l'elemento cardine delle assicurazioni di responsabilità civile professionale (incluse quelle relative al Superbonus 110%). È fondamentale inserire un massimale adeguato alle tue necessità, in modo da non trovarti scoperto al momento del bisogno. È vero: il massimale fa lievitare il costo. Ma pensa alle conseguenze se dovessi trovarti scoperto in caso di danno... In caso di dubbi, è utile contattare il tuo consulente assicurativo per avere maggiori informazioni.

Altro consiglio: leggi bene il set informativo, in particolare la sezione dedicata alle "esclusioni di polizza". Se una polizza costa meno di un'altra, spesso, la ragione la trovi proprio qui: più esclusioni di polizza ci sono, meno sarai protetto!

Assicuazione professionale: quali sanzioni?

Assicurazione professionale: dove cercarle sul web

Internet può aiutare a risparmiare su questa tipologia di polizza. Cercando su Google puoi trovare numerosi player del mercato assicurativo che "si danno battaglia" per offrirti il miglior servizio possibile.


Troviamo alcuni comparatori come MioAssicuratore, ConvieneOnline e RCPolizza.it, che mettono a confronto diverse compagnie e ti permettono una customizzazione del prodotto.

Poi ci sono i broker, come Axieme, che attualmente offre anche il 20% di sconto su una eventuale seconda polizza, e Lokky, che rimborsa il 15% su tutte le polizze acquistate fino al 31/07.


E non dimentichiamo tutte le varie compagnie assicurative: il web ti dà un sacco di possibilità. Se non ti sei ancora adeguato, è questo il momento giusto. Assicurati!

LEGGI ANCHE

CATEGORIE